Incentivi per l’e-commerce nel settore agricolo ed alimentare

Il pacchetto Campo Libero,mette a disposizione contributi pubblici per sostenere progetti aziendali finalizzati al commercio elettronico  JOConsultingIl Ministero delle politiche agricole (Mipaaf), nell’ambito del cosiddetto pacchetto “Campo libero”,  mette a disposizione contributi pubblici per sostenere progetti aziendali finalizzati al commercio elettronico, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese.

La strada scelta dal Mipaaf è quella del credito automatico di imposta a favore dei progetti che puntano alla realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, con una dotazione di 3,5 milioni di euro, per i due anni, a livello nazionale.

Le condizioni per accedere all’aiuto sono:

  1. Massimale massimo di 50.000euro per impresa (piccole e medie imprese, aziende agricole, consorzi, cooperative):
  2. Contributo pari al 40% calcolata sulla spesa sostenuta, ma varia:
    1. per le imprese di produzione agricola primaria nei limiti del “de minimis agricolo”, indipendentemente dalle dimensioni dell’impresa (15.000 euro ad impresa nell’arco di tre anni),
    2. per le micro, piccole e medie imprese (PMI) di prima trasformazione di prodotti agricoli nel limiti del “de minimis generale” (200.000 euro per impresa nell’arco di tre esercizi finanziari);
    3. per le PMI che producono prodotti agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura non compresi nell’Allegato I, nei limiti del “de minimis generale” (200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari) ma nella misura del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie imprese.
  3. Le spese ammissibili all’aiutodevono essere finalizzate esclusivamente all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico: dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione di siti web, sviluppo di database e sistemi di sicurezza.
  4. Tempistica: potranno fruire dell’agevolazione le spese per nuovi investimenti effettuate nel periodo che va dal 14 marzo 2015 (data di entrata in vigore del decreto) fino al 31 dicembre 2015; per i successivi periodi d’imposta, nel corso dell’intero anno precedente a quello di presentazione della domanda.

È possibile presentare le domande a partire dal 20 febbraio 2016 ed entro il 28 febbraio 2016.

 

Per scaricare gratuitamente la scheda tecnica del bando compila il form sottostante o chiama JO Consulting allo 095/7463250.

 

Fonte: http://www.galmodenareggio.it/