Nuovo Selfiemployment: Cos’è e Come funziona (2022)

Condividi questa notizia:

Nuovo Selfiemployment è la riedizione del bando per l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali da parte di giovani NEET. Rispetto alla passata edizione, i prestiti a tasso zero per un massimo di 50.000 euro sono disponibili anche per donne inattive e disoccupati di lunga data.

L’incentivo è gestito da Invitalia nell’ambito del Programma Garanzia Giovani sotto la supervisione di ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro).

Cos'è Selfiemployment?

Selfiemployment è indirizzato ai giovani fino a 29 anni che non hanno un lavoro e non studiano (i cosiddetti NEET), donne inattive e disoccupati di lungo periodo. È finalizzato all’erogazione di finanziamenti agevolati per avviare un’attività su tutto il territorio nazionale.

Per Selfiemployment non è prevista una quota a fondo perduto. Se ti interessa quel tipo di finanziamento, puoi leggere la nostra guida completa ai finanziamenti a fondo perduto 2022.

Le agevolazioni

Selfiemployment finanzia il 100% programmi di investimento compresi fra i 5.000 e i 50.000 euro. I finanziamenti agevolati sono senza interessi, senza garanzie e rimborsabili in 7 anni.

Le rate mensili partono dodici mesi dopo l’erogazione del prestito.

Le agevolazioni sono di tre tipologie: microcredito (5.000-25.000 euro); microcredito esteso (25.001-35.000 euro); piccoli prestiti (35.001-50.000 euro).

Chi ottiene l’agevolazione deve costituire la società e individuare la sede operativa entro 3 mesi dalla concessione del finanziamento e completare il programma di investimento entro 18 mesi dalla stipula del contratto.

La domanda è presentabile soltanto attraverso il portale Invitalia.

Cosa finanzia Selfiemployment?

Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in franchising.

I settori citati esplicitamente da Invitalia sono:

I settori esclusi sono invece quelli dell’agricoltura, della pesca e dell’acquacoltura.

Le spese ammissibili sono:

Contattaci

Sei sei interessato/a, chiedi pure a JO Consulting!
Clicca o tocca qui, oppure compila il contact form in basso.
👇

A chi è rivolto Selfiemployment?

Selfiemployment è nato come incentivo per i NEET, i giovani non occupati o inattivi fra i 15 e i 29 anni iscritti al Programma Garanzia Giovani.

A partire dal 2021 l’incentivo è stato esteso anche a donne inattive di qualsiasi età e a disoccupati di lunga durata (che hanno presentato cioè una DID da almeno 12 mesi).

Queste ultime due categorie non hanno bisogno di iscriversi a Garanzia Giovani.

Le iniziative di autoimpiego possono essere rappresentate da imprese individuali, società di persone, società cooperative con un massimo di nove soci.

In tutti i casi, l’impresa deve essere costituita da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda oppure non oltre i 90 giorni successivi. Il finanziamento può anche riguardare associazioni professionali o società fra professionisti. costituite da non più di 12 mesi.

Chi sono i NEET?

L’acronimo NEET sta per “Not in Employment, Education or Training”. Indica quei giovani (fra i 15 e i 29 anni) che non lavorano, non studiano e non frequentano corsi di formazione professionale o di altro genere.

I NEET includono sia i giovani che sono alla ricerca attiva di un’occupazione, sia gli inattivi.

Cosa sapere su Selfiemployment

Al 1 marzo 2022, il bando Selfiemployment ha visto 5.558 business plan presentati, di cui ne sono stati finanziati 1.772 per 59,3 milioni di euro in agevolazioni concesse.

Ecco, di seguito, i punti chiave del bando.

Se vuoi richiedere maggiori informazioni sul bando Selfiemployment o su un qualsiasi altro bando, entra in contatto con JO Consulting.

Se ti interessano bandi per giovani e donne, puoi dare un’occhiata anche a: Fondo Impresa Femminile, Resto al Sud e ON – Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero.

Vuoi una mano? Chiedi pure a JO Consulting compilando il Contact Form

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità in fatto di bandi e finanziamenti